Comune di Ravenna | Istituzione Istruzione e Infanzia

Salta ai contenuti
Comune di Ravenna | Istituzione Istruzione e Infanzia
 
Sei in: Home ›› Notizie ›› Obblighi vaccinali - indicazioni operative per la frequenza al nido ed alla scuola dell'infanzia comunale - AGGIORNAMENTO

Obblighi vaccinali - indicazioni operative per la frequenza al nido ed alla scuola dell'infanzia comunale - AGGIORNAMENTO

Anno scolastico 2018/2019

L’art. 18-ter, comma 1, del D.L. 16 ottobre 2017 n. 148, convertito con modificazioni dalla Legge 4 dicembre 2017 n. 172, ha consentito di anticipare all’anno scolastico 2018/2019 l’applicazione della procedura semplificata delineata dall’art. 3-bis del D.L. 7 giugno 2017 n. 73, convertito con modificazioni dalla Legge 31 luglio 2017, n. 119, nelle regioni presso le quali è istituita l’anagrafe vaccinale, nel rispetto delle modalità operative congiuntamente definite dal Ministero della Salute e dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca nr. 467 del 27/02/2018 prot. nr. 0002166-P, sentito il Garante per la protezione dei dati personali. La Regione Emilia Romagna con nota del 09/03/2018 pg. 169081 ha comunicato la decisione di avvalersi della procedura semplificata per l’a.s. 2018/2019.

Pertanto, il rispetto degli obblighi vaccinali per il prossimo a.s. 2018/2019 sarà accertato dal Servizio Nidi e Scuole dell'infanzia, attraverso lo scambio di elenchi degli iscritti ai nidi ed alle scuole dell'infanzia comunali, con l'Azienda USL della Romagna.

L’Azienda sanitaria locale restituirà i predetti elenchi indicando le situazioni di non regolarità con gli obblighi vaccinali. I genitori/tutori/affidatari dei minori indicati come non in regola con gli obblighi vaccinali saranno invitati a depositare, presso il Servizio idonea documentazione a dimostrazione della regolarità della posizione vaccinale, od in alternativa, dichiarazione sostitutiva, come recentemente previsto dalla nuova circolare interministeriale del 06/07/2018 nr. 20546. Sulle dichiarazioni sostitutive il Servizio effettuerà le verifiche ai sensi del DPR 445/2000.

La mancata presentazione della documentazione/dichiarazione sostituiva nei termini previsti dal Servizio non comporterà la decadenza dall'iscrizione ma i minori non potranno frequentare il nido o la scuola dell'infanzia fino a quando non sarà presentata tale documentazione/dichiarazione sostitutiva.