Comune di Ravenna | Istituzione Istruzione e Infanzia

Salta ai contenuti
Comune di Ravenna | Istituzione Istruzione e Infanzia
 
Sei in: Home ›› Nidi d'infanzia ›› Rette al nido ›› Quanto costa andare al Nido d'infanzia comunale o convenzionato

Quanto costa andare al Nido d'infanzia comunale o convenzionato

Ogni famiglia partecipa al costo del nido in base alle proprie capacità contributive. La frequenza al nido d’infanzia comporta il pagamento di una retta mensile calcolata sommando alla retta fissa, che deve sempre essere corrisposta, una retta giornaliera moltiplicata per le effettive giornate di presenza. La retta, calcolata in modo individualizzato e proporzionale in base alla situazione economica familiare (attestazione ISEE rilasciata ai sensi della normativa normativa D.P.C.M. 159/2013 e D.M. 07/11/2014 valida per prestazioni agevolate rivolte ai minorenni) è determinata sulla base della seguente formula - da applicare sia per il calcolo della retta fissa mensile che per il calcolo della retta giornaliera - secondo le seguenti nuove fasce isee:

 

FASCIA DI ESONERO: le famiglie con valore Isee per prestazioni agevolate rivolte ai minorenni fino a € 4.500,00 non pagheranno nessuna retta di frequenza

 

FASCIA da € 4.500,01 a € 30.000,00

 

1

dove:
Y= retta da individuare
y1= retta minima (€ 30,00 retta mensile fissa; € 0,90 quota giornaliera)
y2= retta intera (€ 280,00 retta mensile fissa; € 3,50 a giornaliera)
x= ISEE relativa al minorennex1= ISEE minimo (€ 4.500,01)
x2= ISEE massimo (€ 30.000,00)

Retta mensile = 30,00 + (X – 4.500,01) * (280,00-30,00) : (30.000,00 – 4.500,01)
Retta giornaliera = 0,90 + (X – 4.500,01) * (3,50 -0,90) : (30.000,00 – 4.500,01)
dove x = ISEE posseduta (valore da inserire)

 

FASCIA da € 30.000,01 a € 35.000,00

 

2

dove:
Y= retta da individuare
y1= retta minima (€ 280,00 retta mensile fissa; € 3,50 quota giornaliera)
y2= retta intera (€ 415,00 retta mensile fissa; € 4,00 giornaliera)
x= ISEE relativa al minorenne
x1= ISEE minimo (€ 30.000,01)
x2= ISEE massimo (€ 35.000,00)

Retta mensile = 280,00 + (X – 30.000,01) * (415,00-280,00) : (35.000,00 – 30.000,01)
Retta giornaliera = 3,50 + (X – 30.000,01) * (4,00 -3,50) : (35.000,00 – 30.000,01)
dove x = ISEE posseduta (valore da inserire)

L'applicazione dei minimi e massimi definiti per ciascuna delle due nuove fasce Isee determina a titolo esemplificativo:

Al valore ISEE di € 4.500,01: corrisponde una retta mensile di € 48,00 (considerando una frequenza di 20 gg.):
- retta fissa € 30,00
- retta giornaliera € 0,90.

Al valore ISEE di € 20.000,00: corrisponde una retta mensile di € 231,57 (considerando una frequenza di 20 gg.):
- retta fissa € 181,97
- retta giornaliera € 2,48.

Al valore ISEE di € 25.000,00: corrisponde una retta mensile di € 290,78 (considerando una frequenza di 20 gg.):
- retta fissa € 230,98
- retta giornaliera € 2,99.

Al valore ISEE di € 30.000,00: corrisponde una retta mensile di € 350,00 (considerando una frequenza di 20 gg.):
- retta fissa € 280,00
- retta giornaliera € 3,50.

A partire dal valore ISEE di € 35.000,01, o qualora non sia presente un'attestazione ISEE nella banca dati INPS, corrisponde una retta mensile di € 495,00 (considerando una frequenza di 20 gg.):
- retta fissa € 415,00
- retta giornaliera € 4,00.