Comune di Ravenna | Istituzione Istruzione e Infanzia

Salta ai contenuti
Comune di Ravenna | Istituzione Istruzione e Infanzia
 
Sei in: Home ›› Informativa Privacy

Informativa Privacy

INFORMATIVA RESA AI SENSI DEGLI ARTT. 13 E 14 DEL REGOLAMENTO EUROPEO 679/2016

Ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento Europeo 679/2016 (d’ora innanzi GDPR o Regolamento), il Titolare del trattamento adotta misure appropriate per fornire all’Interessato tutte le informazioni di cui agli articoli 13 e 14 (contenuto informativa) e le comunicazioni di cui agli articoli da 15 a 21 (diritti dell’Interessato) e all’articolo 34 relative al trattamento in forma concisa, trasparente e facilmente accessibile, con un linguaggio semplice e chiaro.

Ai sensi del Regolamento e del D.Lgs. 196/2003 (d’ora innanzi anche Codice Privacy), come modificato da ultimo dal D.Lgs. 101/2018, si fornisce la seguente informativa.

TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI E DATI DI CONTATTO
Il Titolare del trattamento dei dati è il Comune di Ravenna, con sede in Piazza del Popolo 1- 48121 Ravenna, nella persona del Sindaco, contattabile all’indirizzo mail comune.ravenna@legalmail.it .

RESPONSABILE PER LA PROTEZIONE DEI DATI (RPD/DPO O DATA PROTECTION OFFICER) E DATI DI CONTATTO
Il DPO (Responsabile per la protezione dei dati) è individuato nella figura di Lepida S.p.a., con sede a Bologna in via della Liberazione 15 contattabile all’indirizzo mail segreteria@pec.lepida.it .

MODALITÀ, FINALITÁ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO

I dati personali acquisiti saranno trattati, con strumenti informatici e/o cartacei, nel rispetto dei principi stabiliti dalla normativa vigente (in particolare art. 5 del GDPR: principi di liceità, correttezza, trasparenza, limitazione delle finalità, minimizzazione dei dati, esattezza, limitazione della conservazione, integrità e riservatezza, responsabilizzazione) e con modalità idonee a garantire la riservatezza e la sicurezza dei dati.

Il trattamento di dati appartenenti a categorie particolari, così come definite dall'articolo 9 del GDPR, avverrà secondo quanto previsto dalle disposizioni di legge e per le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite dal Comune e dalle Istituzioni Scolastiche nel rispetto di quanto stabilito dall'articolo 9 del GDPR e dall'articolo 2-sexies del D.Lgs. 196/2003, come modificato dal D.Lgs. 101/2018 e dal DM 305/2006.

Il trattamento dei dati conferiti con la presente istanza è finalizzato esclusivamente allo sviluppo del procedimento amministrativo per:

  • programmazione dei servizi educativi e scolastici d’interesse pubblico aperti a tutti i bambini e le bambine 0-6 anni (L.R. Emilia-Romagna n. 19/2016; Deliberazione Giunta regionale 16 ottobre 2017, n. 1564; D.Lgs. 65/2017; Regolamento per l’autorizzazione al funzionamento, l’accreditamento e il controllo dei servizi educativi e ricreativi per la prima infanzia (0-3 ANNI) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 2/9873 del 22 gennaio 2015);
  • erogazione di contributi regionali per frequenza ai centri estivi per bambini da 3 a 13 anni (L.R. Emilia-Romagna n. 12/2003, Deliberazione di Giunta Regionale n. 276/2018);
  • erogazione dei servizi comunali che si rivolgono ai bambini dai 0 ai 6 anni: nidi, scuola d’infanzia, spazi bambino, centri estivi CREN e CREM (L.R. 19/2016 e D.Lgs. n. 65/2017; Regolamento di ammissione ai nidi e alle scuole dell’infanzia, approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale P.G./P.V n. 112464/166 del 01/12/2008 e modificato con Deliberazione del Consiglio Comunale P.G./P.V. 156062/144 del 12/12/2013; Delibera di Giunta Comunale PG/PV n. 160139/744 del 23/12/2014 “Approvazione Tabelle delle fasce di precedenza e dei punteggi per le domande di iscrizione ai nidi e alle scuole dell’infanzia”, Delibera di Giunta Comunale PG/PV 25748/74 del 06/03/2012 “Approvazione criteri, fasce di precedenza, punteggi e modalità per le domande d’iscrizione ai centri ricreativi estivi”, D.M. n. 692 del 2017 riguardante il riordino dell’anagrafe nazionale degli studenti istituita presso il MIUR);
  • trattamento dei dati vaccinali per i bambini frequentanti i servizi educativi e scolastici da 0 a 6 anni (secondo le prescrizioni previste dal D.Lgs. 73/2017, convertito nella L. 119/2017 e ss.mm.ii. e dalla Delibera di Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 1391 del 27 agosto 2018);
  • trattamento dei dati sanitari inerenti la somministrazione farmaci in orario ed ambito scolastico sulla base del protocollo d’intesa provinciale del 27/03/2013 e dei criteri igienici sanitari per la frequenza nelle collettività educative e scolastiche, nonché inerenti ad infortuni avvenuti in orario ed ambito scolastico;
  • trattamento dei dati sanitari inerenti le certificazioni di disabilità ed invalidità finalizzate all’applicazione della L. 104/91 per il sostegno scolastico e dei connessi dati e documenti previsti dal D.Lgs. n. 66/2017;
  • erogazione di contributi (voucher) rivolti alle famiglie con figli di età inferiore a tre anni, che accedono privatamente al servizio educativo autorizzato al funzionamento, come Nido d’infanzia, Piccolo gruppo educativo (Pge), Servizio Sperimentale nella fascia di età 0-3 nonché Nido/Sezione primavera aderenti alla F.I.S.M. presenti nel territorio del Comune di Ravenna (Delibera di Consiglio Comunale PG/PV 134020/94 del 26/07/2018, delibera di Giunta Comunale PG/PV 184291/602 del 16/10/2018);
  • erogazione di servizi comunali che si rivolgono a bambini da 0 a 14 anni, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: ludoteche, spazi lettura, centri per l’educazione ambientale, laboratori espressivi (L.R. Emilia-Romagna n. 26/2001, L.R. 19/2006 e D.Lgs. n. 65/2017)
  • erogazione del servizio di refezione per bambini che frequentano il nido, la scuola dell'infanzia e la scuola primaria, nonché per i ragazzi che frequentano la scuola secondaria di primo grado (L.R. Emilia-Romagna n. 26/2001, L.R. Emilia-Romagna n. 12/2003; Regolamento del servizio di ristorazione scolastica approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 156113/154 del 11/12/2014);
  • erogazione dei servizi integrativi scolastici, pre e post scuola e del trasporto scolastico collettivo (L.R. Emilia-Romagna n. 26/2001, L.R. Emilia-Romagna n. 12/2003, Regolamento del servizio di pre e post scuola, approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione del 12/12/2013, PG 4416/143; Regolamento del servizio di trasporto scolastico, approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n. 80/90998 del 11/07/2013);
  • erogazione dei contributi per fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado residenti nel Comune di Ravenna (L.R. 26/2001)
  • elenchi dei minori soggetti all'obbligo scolastico inviati ai dirigenti scolastici (come previsto dall’art. 114, comma 1, D.Lgs. 297/94);
  • pubblicazione all'albo pretorio dei nominativi dei genitori degli alunni inadempienti all'obbligo scolastico (come previsto dall’art. 114, comma 3, D.Lgs. 297/94);
  • erogazione delle cedole librarie per gli alunni della scuola primaria residenti nel Comune di Ravenna (D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297 “Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado”, Legge 23 dicembre 1998, n. 448 “Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo” con particolare riferimento all’art. 27, comma 1, sulla fornitura gratuita dei libri di testo);
  • riconoscimento delle agevolazioni tariffarie o delle esenzioni per tutti i servizi educativo/scolastici (D.P.C.M 159/2013 Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE); D.M 8/3/2013 e DM 16/12/2014 n. 206 concernenti la banca dati delle prestazioni sociali agevolate; D.M. 30/01/2018 “Trasmissione all’Agenzia delle Entrate dei dati riguardanti le spese per la frequenza di asili nido”);
  • divulgazione delle informazioni alle famiglie sulle situazioni di pericolo e sui rischi sul territorio (L.R. 7 Febbraio 2005, n. 1 “Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell’agenzia regionale di protezione civile” con particolare riferimento all’art. 6 c. 1);
  • divulgazione alle famiglie delle informazioni sulla chiusura dei plessi scolastici per emergenze in seguito ad Ordinanza del Sindaco;
  • informare le famiglie dell’emissione degli avvisi di pagamento / fatture relativi ai servizi educativi e scolastici.

Pertanto, ai sensi dell’art. 6, comma 1, paragrafo e) del Regolamento, il trattamento è necessario per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il Comune di Ravenna e non necessita del consenso dell’interessato.

COMUNICAZIONE FACOLTATIVA/OBBLIGATORIA DEI DATI E CONSEGUENZE
Il conferimento dei dati richiesti non è obbligatorio, tuttavia l’eventuale rifiuto a fornire in tutto o in parte tali dati potrebbe comportare il mancato perfezionamento dell’iscrizione e l’annullamento dei procedimenti amministrativi legati alle finalità sopra indicate.

CATEGORIE DI DATI TRATTATI

Per il raggiungimento delle sopraindicate finalità, verranno trattate le seguenti categorie di dati:

  • dati personali degli interessati (a titolo esemplificativo dati anagrafici, recapiti telefonici e indirizzi e-mail, condizione lavorativa dei genitori del minore per elaborazione graduatorie, ecc.)
  • dati appartenenti alle categorie particolari di dati come specificato dall’articolo 9 del Regolamento (dati sensibili), tra cui dati relativi alle convinzioni religiose; dati relativi allo stato di salute per assicurare l’erogazione del servizio di refezione scolastica, del sostegno educativo agli alunni disabili, dati relativi alla condizione vaccinale, e dati relativi alle origini razziali ed etniche per favorire l’integrazione degli alunni e l’intervento dei mediatori culturali nei nidi e nelle scuole dell’infanzia”.

AMBITO DI CONOSCIBILITÁ DEI DATI

I dati personali potranno essere conosciuti, entro i limiti previsti, dai Responsabili del trattamento dei dati, i quali sono individuati, ciascuno per le rispettive competenze, nella figura del Dirigente del Servizio Nidi e Scuole dell’Infanzia e del Dirigente del Servizio Diritto allo Studio preposti alle Strutture coinvolte nei procedimenti, i cui nominativi e contatti sono consultabili all’indirizzo www.istruzioneinfanzia.ra.it.

I dati personali degli Interessati saranno trattati da dipendenti del Comune appositamente istruiti dal Titolare a compiere operazioni di trattamento e da eventuali Responsabili del Trattamento Esterni , come disposto dal comma 4 dell’art. 32 del GDPR.

La comunicazione dei dati personali conferiti viene effettuata nel rispetto di quanto stabilito dal Regolamento e dal D.Lgs. 196/2003 come modificato da ultimo dal D.Lgs. 101/2018. In particolare, ai sensi dell’art. 2-ter del Codice Privacy, i dati personali, diversi da quelli ricompresi nelle particolari categorie di cui all'art. 9 del Regolamento e di quelli relativi a condanne penali e reati di cui all'art. 10 del Regolamento, potranno essere comunicati, ove necessario, ad altri soggetti pubblici e privati nei limiti di quanto previsto dalle vigenti disposizioni di legge e di regolamento.

I dati personali appartenenti alla categoria dei dati particolari, come definiti dall’art. 9 del Regolamento, nonché i dati di cui all’art. 10 dello stesso, potranno essere comunicati, ai sensi dell’art. 96 del Codice privacy e del DM 305/2006, ad altri soggetti pubblici e privati nella misura strettamente indispensabile per svolgere attività istituzionali previste dalle vigenti disposizioni di legge e regolamentari.

TRASFERIMENTO DEI DATI PERSONALI
Il Titolare del trattamento non effettua trasferimento di dati al di fuori dell’Unione Europea.

CONSERVAZIONE DEI DATI
I dati verranno conservati per un periodo non superiore a quello necessario per il perseguimento delle finalità per le quali i dati sono raccolti e trattati, salvo che non ricorra un obbligo di conservazione ulteriore per espressa disposizione normativa.

DIRITTI DELL’INTERESSATO

L’Interessato può, alle condizioni previste dal Regolamento, esercitare i diritti sanciti dagli articoli da 15 a 21 del Regolamento stesso.

In particolare, all’Interessato è garantito l’esercizio dei seguenti diritti:

  • diritto di accesso: ai sensi dell’articolo 15 del Regolamento, che prevede il diritto dell’Interessato di ottenere conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e, in tal caso, di ottenere l’accesso ai suoi dati personali, una copia degli stessi e la comunicazione, tra le altre, delle seguenti informazioni: a) finalità del trattamento; b) categorie di dati personali trattati; c) destinatari cui questi sono stati o saranno comunicati; d) periodo di conservazione dei dati o i criteri utilizzati; e) diritti dell’Interessato (rettifica, cancellazione dei dati personali, limitazione del trattamento e diritto di opposizione al trattamento); f) diritto di proporre un reclamo; g) diritto di ricevere informazioni sulla origine dei suoi dati personali, qualora essi non siano stati raccolti presso l’Interessato; h) l’esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione ove venisse effettuata;
  • diritto di rettifica: ai sensi dell’articolo 16 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ottenere, senza ingiustificato ritardo, la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano e l’integrazione dei dati personali incompleti;
  • diritto alla cancellazione (c.d. diritto all’oblio): ai sensi dell’articolo 17 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ottenere, senza ingiustificato ritardo, la cancellazione dei dati personali che lo riguardano quando: a) i dati non sono più necessari rispetto alle finalità per cui sono stati raccolti o altrimenti trattati; b) l’Interessato ha revocato il consenso e non sussiste alcun altro fondamento giuridico per il trattamento; c) l’Interessato si è opposto con successo al trattamento dei dati personali; d) i dati sono stati trattati illecitamente; e) i dati devono essere cancellati per adempiere un obbligo legale; f) i dati personali sono stati raccolti relativamente all’offerta di servizi della società dell’informazione di cui all’articolo 8, paragrafo 1, del Regolamento. Il diritto alla cancellazione non si applica nella misura in cui il trattamento sia necessario per l’adempimento di un obbligo legale o per l’esecuzione di un compito svolto nel pubblico interesse o per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;
  • diritto di limitazione di trattamento: ai sensi dell’articolo 18 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ottenere la limitazione del trattamento, quando: a) contesta l’esattezza dei dati personali; b) il trattamento è illecito e l’Interessato si oppone alla cancellazione dei dati personali e chiede invece che ne sia limitato l’utilizzo; c) i dati personali sono necessari all’Interessato per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria; d) l'Interessato si è opposto al trattamento in attesa della verifica in merito all'eventuale prevalenza dei motivi legittimi del titolare del trattamento rispetto a quelli dell'Interessato;
  • diritto alla portabilità dei dati: ai sensi dell’articolo 20 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ricevere dal Titolare, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da un dispositivo automatico, i dati personali che lo riguardano e di trasmetterli a un altro Titolare senza impedimenti, qualora il trattamento si basi sul consenso e sia effettuato con mezzi automatizzati. Il diritto di ottenere, inoltre, che i dati personali siano trasmessi direttamente dal Titolare ad altro Titolare, qualora ciò sia tecnicamente fattibile;
  • diritto di opposizione: ai sensi dell’articolo 21 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di opporsi, in qualsiasi momento, al trattamento dei dati personali che lo riguardano basati sulla condizione di legittimità del legittimo interesse, compresa la profilazione ove venisse effettuata, salvo che sussistano motivi legittimi per il Titolare di continuare il trattamento che prevalgono sugli interessi, sui diritti e sulle libertà dell’Interessato oppure per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;
  • diritto a non essere sottoposto a un processo decisionale automatizzato: ai sensi dell’articolo 22 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione ove venisse effettuata, che produca effetti giuridici che lo riguardano o che incida in modo analogo significativamente sulla sua persona, salvo i casi in cui: (i) tale decisione sia necessario per la conclusione o esecuzione di un contratto tra l’Interessato e un titolare del trattamento, (ii) l’Interessato abbia rilasciato il suo consenso esplicito, (iii) ciò sia autorizzata dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il Titolare. In ogni caso, un processo decisionale automatizzato non potrà riguardare i dati particolari di cui all’art. 9 del Regolamento salvo i casi espressamente previsti dall’art. 22 comma 4. L’Interessato potrà in ogni momento ottenere l'intervento umano da parte del titolare del trattamento, esprimere la propria opinione e contestare la decisione;
  • diritto di revocare il consenso prestato in ogni occasione e con la stessa facilità con cui è stato fornito, senza che ciò pregiudichi la liceità del trattamento basato sul consenso prestato prima della revoca.

L’esercizio da parte dell’Interessato dei suoi diritti è gratuito ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento. Tuttavia, nel caso di richieste manifestamente infondate o eccessive, anche per la loro ripetitività, il Titolare potrebbe addebitare un contributo spese ragionevole, alla luce dei costi amministrativi sostenuti per gestire la richiesta, o negare la soddisfazione della stessa.

Le richieste inerenti all’esercizio dei summenzionati diritti devono essere rivolte al Titolare del trattamento al seguente indirizzo di posta elettronica comune.ravenna@legalmail.it .

Si precisa che il Titolare, anche tramite le strutture designate, provvederà a prendere carico della richiesta e a fornire senza ingiustificato ritardo – e comunque, al più tardi, entro un mese dal ricevimento della stessa – le informazioni relative all’azione intrapresa riguardo alla richiesta. Tale termine può essere prorogato di due mesi, se necessario, tenuto conto della complessità e del numero delle richieste. Qualora il Titolare nutra dubbi circa l’identità della persona fisica che presenta la richiesta, potrà richiedere ulteriori informazioni necessarie a confermare l’identità dell’Interessato.

RECLAMO ALL’AUTORITÁ

L’Interessato che ritenga che il trattamento dei dati personali effettuato dal Comune di Ravenna avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento ha il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, come previsto dall’art. 77 del Regolamento (Piazza di Montecitorio n. 121, 00186, Roma), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento).

Resta fatto salvo che il Titolare potrà esibire specifiche informative con riferimento a particolari servizi eventualmente erogati.